Vigevano (PV) - Museo Archeologico Nazionale della Lomellina

Informazioni generali

Compilatore scheda
Anna Maria Bertelè
Data compilazione scheda
13/04/2011
Dati forniti da
Dott.ssa Anna Maria Fedeli - Dott.ssa Rosanina Invernizzi (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia).
Categoria
Allestimento museo
Tipologia
Museo Archeologico Nazionale
Regione
Lombardia
Provincia
PV
Comune
Vigevano
Indirizzo

Castello (terza scuderia e locali limitrofi), piazza Ducale.

Stato giuridico
Museo Statale
Persona di contatto
Dott.ssa Anna Maria Fedeli (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia).
Sito Web (URL)
www.museoarcheologico.vigevano.beniculturali.it/

Bibliografia

INVERNIZZI R., Vigevano (PV). Castello. Museo Archeologico Nazionale della Lomellina. Sala I, in "Notiziario della Soprintendenza della Lombardia", 1998, p.181.

INVERNIZZI R., Vigevano (PV). Museo Archeologico Nazionale della Lomellina. Ampliamento, in "Notiziario della Soprintendenza della Lombardia", 2006, pp.177-178.

Guida al Museo Archeologico Nazionale della Lomellina, INVERNIZZI R. (a cura di), Vigevano (PV) 2010.

Informazioni sul progetto

Progetto museologico

L'obiettivo specifico del Museo, inaugurato nel 1998, era quello di raccogliere in un unico luogo il patrimonio archeologico della Lomellina, per favorirne la fruizione da parte di un pubblico più vasto, richiamato anche dal prestigio della sede. Il museo è, infatti, ospitato negli spazi delle terza scuderia e nei locali limitrofi del Castello.

Ora, la prima sala è dedicata alle necropoli tardoceltiche e romane della Lomellina; la seconda all'Età tardoantica ed altomedievale e la terza al territorio di Vigevano dalla Preistoria all'Età romana. In via di allestimento altre sezioni: quella dedicata alla preistoria ed alla protostoria del territorio al piano terra ed  altri spazi espositivi al piano superiore.

Progetto museografico

All'interno di alcuni spazi molto suggestivi del Castello di Vigevano, il museo si sviluppa in alcune sale che delineano sezioni relative a diverse epoche storiche, dall'Età celtica a quella altomedievale.

Nel 2006 all'unica sala di cui il museo era composto, sono state aggiunte altre due sale espositive, oltre ad uno spazio dedicato a mostre temporanee. Il progetto museale si completerà nei prossimi anni con l'allestimento di una sezione dedicata alla preistoria ed alla protostoria del territorio al piano terra e di altri spazi espositivi al piano superiore.

Il progetto museografico ha inserito vetrine e pannelli didattici nel pieno rispetto delle peculiarità architettoniche e decorative delle sale, consentendone una corretta fruizione. Un esempio, di questa attenzione, è data dalla soluzione di pannelli didattici autoportanti, proprio per non interferire con le strutture murarie della fabbrica storica.

 

Disegni del progetto

Vigevano (PV)_Museo Archeologico Nazionale della Lomellina_Planimetria del museo.

Foto del progetto

Vigevano (PV)_Museo Archeologico Nazionale della Lomellina_Sala 1_L'allestimento museografico ha rispettato gli spazi dell'architettura storica.Vigevano (PV)_Museo Archeologico Nazionale della Lomellina_Sala 1_Le vetrine sono state collocate lungo le pareti, per non interrompere visivamente il volume della fabbrica.Vigevano (PV)_Museo Archeologico Nazionale della Lomellina_Sala 1_Semplici vetrine con telaio metallico, teca a parallelepipedo ed illuminazione interna con lampade a ioduri metallici.Vigevano (PV)_Museo Archeologico Nazionale della Lomellina_Sala 3_L'allestimento museografico dispone nella sala vetrine dal telaio metallico e lascia visibili le tracce di affreschi parietali rinvenuti.Vigevano (PV)_Museo Archeologico Nazionale della Lomellina_Sala 1_All'interno di una vetrina reperti vitrei sono stati adagiati su uno strato di sabbia.Vigevano (PV)_Museo Archeologico Nazionale della Lomellina_Sala 4_La Sala per mostre temporanee ospita vetrine in profilo metallico e pannelli didattici.

Storia di un lavoro

Progettisti

Progetto museologico: dott.ssa Rosanina Invernizzi (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia).

Progetto museografico: arch. Andrea Perin.

 

Progetto di restauro

L'allestimento del Museo Archeologico Nazionale della Lomellina fa parte di un complesso progetto di restauro e di valorizzazione del Castello di Vigevano, esito di un Accordo di Programma fra Stato, Regione Lombardia  e Comune di Vigevano.

Progetto di allestimento

Progetto museografico: arch. Andrea Perin.

Ente finanziatore

Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia).

Importo lavori

Dato non pervenuto.

Sintesi dell'intervento

L'allestimento del Museo Archeologico Nazionale della Lomellina rientra nell'ambito di un ampio ed articolato progetto di restauro e di valorizzazione del Castello di Vigevano, frutto di un Accordo di Programma fra Stato, Regione Lombardia e Comune di Vigevano. L'obiettivo specifico del Museo, inaugurato nel 1998, era quello di raccogliere in un unico contenitore il patrimonio archeologico della Lomellina, fino ad allora disperso tra piccoli musei locali e magazzini della Soprintendenza, per favorirne la fruizione da parte di un pubblico più vasto richiamato anche dal prestigio della sede. Il museo è infatti ospitato negli spazi delle terza scuderia e locali limitrofi del Castello. Nel 2006 all'unica sala di cui il Museo era composto sono state aggiunte altre due sale espositive oltre ad uno spazio dedicato a mostre temporanee. Il progetto museale si completerà nei prossimi anni con l'allestimento di una sezione dedicata alla preistoria e protostoria del territorio al piano terra e di altri spazi espositivi al piano superiore.

L'allestimento del Museo Archeologico di Vigevano sta procedendo di pari passo con l'avanzare dei lavori di restauro delle strutture del Castello che lo ospita. Questi ultimi, iniziati negli anni Ottanta del secolo scorso e non ancora completati, si sono concentrati sull'area che sarebbe poi stata destinata al Museo a partire dal 1993-4. L'inaugurazione della prima sala risale, infatti, al 1998, mentre quella delle altre tre sale a piano terreno al 2006. Per i  prossimi anni è previsto il completamento del restauro e l'allestimento di altre sale espositive al piano superiore.

Elementi dell'intervento

Vigevano (PV)_Museo Archeologico Nazionale della Lomellina_Sala 1_Semplici vetrine con telaio metallico, teca a parallelepipedo ed illuminazione interna con lampade a ioduri metallici.

Vetrine in telaio metallico

Categoria: Vetrinistica

Tipologia: vetrine

Materiale: Telaio in metallo a vernice nera; teca in vetro

Le vetrine del museo hanno un telaio in metallo verniciato che sorregge una teca a forma di parallelepipedo (sala I) o di prisma (sale II-IV); un'illuminazione interna con lampade a ioduri metallici ed un sistema di apertura laterale. Non presentano una climatizzazione interna. I ripiani variano da un unico piano con rivestimento in legno (vetrine sala I) ad un piano in legno  e un ripiano in vetro (vetrine sale II-IV); mentre i supporti interni sono in legno.

Vigevano (PV)_Museo Archeologico Nazionale della Lomellina_Sala 1_Le vetrine sono state collocate lungo le pareti, per non interrompere visivamente il volume della fabbrica.

Rapporto tra edificio storico e allestimento museografico

Tipologia: edificio storico ed allestimento museografico

L'operazione museografica ha tenuto conto degli elementi architettonici e degli spazi che caratterizzano fortemente l'edificio storico, disponendo vetrine e supporti didattici lungo le pareti : ha così dato al visitatore la possibilità di percepire pienamente sia gli spazi architettonici del monumento sia i suoi contenuti espositivi.