Accessibilità

CENNI ALLE NORMATIVE RECENTI SULL'ACCESSIBILITA'

  • LEGGE 28 FEBBRAIO 1986 N.41   "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato"  Le disposizioni contenute nel Titolo XII, art. 32 della Legge finanziaria 1986, prevedono l'obbligo per le Amministrazione pubbliche di redigere i Piani di Abolizione delle Barriere Architettoniche (PEBA).

  • Legge 9 GENNAIO 1989 N. 13 Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati".


  • DECRETO MINISTERIALE del Ministero dei Lavori Pubblici 14 giugno 1989, n. 236.  "Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l'accessibilità, l'adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamento e dell'eliminazione delle barriere architettoniche."  Costituisce il regolamento attuativo della Legge n. 13/89

Art.19 e 20 : si prevede la possibilità di proporre soluzioni alternative .... purché rispondano alle esigenze sottintese dai criteri di progettazione. (Relazione e grafici che illustrino l'alternativa proposta e l'equivalente o migliore qualità degli esiti ottenibili).



Nella Legge 104 all'articolo 24. "Eliminazione o superamento delle barriere architettoniche" al comma 9, si dice: "I piani di cui all'articolo 32, comma 21, della citata legge n. 41 del 1986 sono modificati con integrazioni relative all'accessibilità degli spazi urbani, con particolareriferimento all'individuazione e alla realizzazione di percorsi accessibili.  Per gli edifici pubblici e privati aperti al pubblico dichiarati di interesse culturale, qualora le autorizzazioni previste agli art. 4 e 5 della Legge 13/89 non possano venire concesse per il mancato rilascio del nulla osta da parte delle autorità competenti alla tutela del vincolo, la conformità alle norme vigenti in materia di accessibilità  e di superamento delle barriere architettoniche può essere realizzata con opere provvisionali, come definite dall'art. 7 del DPR 164/56 nei limiti della compatibilità suggerita dai vincoli stessi.

 


  • DPR 24/07/1996  n. 503  "Regolamento recante norme per l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici"

art. 1. DEFINIZIONI ED OGGETTO

1.Le norme del presente regolamento sono volte ad eliminare gli impedimenti comunemente definiti «barriere  architettoniche».

2.  Per barriere architettoniche si intendono:

a) gli ostacoli fisici che sono fonte di disagio per la mobilità di chiunque ed in particolare di coloro che, per qualsiasi causa, hanno una capacità motoria ridotta o impedita in forma permanente o temporanea;

b) gli ostacoli che limitano o impediscono a chiunque la comoda e sicura utilizzazione di spazi, attrezzature o componenti;

c) la mancanza di accorgimenti e segnalazioni che permettono l'orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e  delle fonti di pericolo per chiunque ed in particolare per i non vedenti, per gli ipovedenti e per i sordi.

Art. 19  ....attraverso opere provvisionali ovvero, in subordine, con attrezzature d'ausilio e apparecchiature mobili non stabilmente ancorate alle strutture edilizie.


Parte II - Normativa tecnica per l'edilizia - Capo III : Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati, pubblici e privati aperti al pubblico  - Sezione II, Art. 82 : Eliminazione o superamento delle barriere architettoniche negli edifici pubblici e privati aperti al pubblico


 Ambito VII
RAPPORTI DEL MUSEO CON IL PUBBLICO E RELATIVI SERVIZI                          pag. 162

È preliminare a ogni altro requisito la raggiungibilità del museo, vuoi con il mezzo privato, vuoi con il mezzo pubblico. Il museo curerà, attraverso il rapporto con le autorità competenti in materia di trasporti, che sia agevolata per quanto possibile la sua raggiungibilità con mezzi diversi, utilizzabili dal pubblico più vasto e vario possibile.
Il museo deve risultare accessibile e fruibile in ogni sua parte pubblica alla totalità dei visitatori.


Art. 1.  Sono approvate le linee guida per il superamento delle barriere architettoniche negli istituti e luoghi della cultura, come definite nell'allegato A del presente decreto, del quale costituisce parte integrante e sostanziale.
Roma, 28 marzo 2008